#ambiente

Alla ricerca di un mondo pulito

Milo e Flora hanno gli occhi e i vestiti verdi perché hanno una missione: insegnare ai bambini ad amare e rispettare l’ambiente. Sono gli eroi dai super poteri ecologici delle favole Milo alla ricerca di un mondo pulito, Spegni la Luce e Milo alla ricerca di un mondo pulito Tutti alla raccolta che hanno portato fortuna ai loro autori: la classe quarta C dell’Istituto Galvani. Una classe che è diventata anche una piccola azienda: si chiama “Fratelli Green” e ha vinto la terza edizione di Green Jobs, il percorso di Alternanza-Lavoro nato per promuovere sostenibilità e auto imprenditorialità tra i ragazzi delle scuole superiori. Fratelli Green ha sbaragliato le altre mini imprese in concorso. Tarik è l’orgoglioso project manager: «Non ci immaginavamo quanto lontano poteva portarci un’idea. Abbiamo voluto sfidare la tecnologia con il nostro libro cartaceo, inizialmente avevamo pensato a un eBook ma abbiamo fatto un sondaggio tra le mamme delle scuole elementari e ha vinto la carta, riciclata naturalmente». La tecnologia l’hanno sfidata ma anche sfruttata, perché tra le start up in gara sono stati i più bravi a comunicare il loro progetto. Luca che ha curato le pagine social di Milo e Flora si è così appassionato al suo ruolo che sta pensando a un futuro come social media manager. Anche Alessandro, il responsabile marketing, dice: «Il mio sogno è la musica ma occuparmi di marketing mi è piaciuto, ci sto riflettendo anche per la scelta dell’università». In questa storia tutti hanno avuto un pezzettino perché questa è una storia corale «Ognuno aveva un ruolo nell’azienda» spiega la professoressa Anna Barbagallo, «il coach li stimolava ma hanno fatto tutto i ragazzi: hanno ideato i personaggi, scritto la storia, curato la grafica».  E siccome ogni azienda ha un capo, Nur è l’amministratore delegato di Fratelli Green. Parla con l’equilibrio e l’autorevolezza di un bravo leader: «Ci siamo suddivisi in aree: produzione, gestione finanziaria, comunicazione, marketing, risorse umane, progettazione, IT, in base alle nostre competenze o a quello che ci piaceva fare. ll più grande ostacolo è stato quello di passare da un’idea a un progetto economicamente sostenibile». E la vittoria che sensazione vi ha dato? «Siamo stati felicissimi, ovvio, però un po’ ce l’aspettavano perché il progetto stava realmente in piedi da solo, grazie ai finanziatori che abbiamo convinto a credere in noi». Ma a contribuire alla vittoria c’è un’altra idea che ha proiettato Fratelli Green oltre le barriere linguistiche e ha fatto viaggiare Milo e Flora fra i sentieri del mondo: «Abbiamo tradotto i nostri libri in tante lingue: arabo, la mia lingua, io sono siriano, e poi filippino, francese, inglese, sloveno, indi». Così tante, come avete fatto? «Siamo una classe multiculturale, sono molte le lingue che conosciamo».

Green Jobs è un programma di Fondazione Cariplo, in collaborazione con InVentoLab e Junior Achievement Italia. Un'esperienza di alternanza scuola lavoro e un progetto di educazione all'imprenditorialità che ha permesso a migliaia di liceali lombardi di dare vita a piccole imprese sostenibili. A partire dal 2018/19, grazie all’adesione di altre sette Fondazioni di Origine Bancaria che fanno parte dell’Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio (ACRI), Green Jobs è diventato un programma nazionale.

Le foto di questa gallery sono state scattate da Fedele, Massimo, Aquil e sono in mostra alle Gallerie d'Italia - Piazza Scala. Clicca qui per altre info > bit.ly/13storiedallastrada #riscatti

Gallery

correlate

istituzionali

003 Il posto Trotter Dario DSC3219

13 storie dalla strada, una mostra speciale

Il viaggio fotografico di 13 fotografi senza fissa dimora alle Gallerie d'Italia di Piazza Scala, Milano
Leggi tutto

arteecultura

003 Il posto Trotter Fedele DSC2195

Il posto più bello della mia città

La mappa della città che i bambini sognano: la storia di Alex e Julia
Leggi tutto